HOME

Simone Dibo-Cohen

Présidente de l’UMAM

Union Méditerranéenne

pour l’Art Moderne

Nessuno può negare la lunga tradizione di scambi culturali

tra la Franciai e l’Italia.

La cultura è una prestigiosa vetrina per due paesi che sono vicini geograficamente, ma anche per la loro storia politica e demografica.

Il “viaggio in Italia” fu per molto tempo una tappa necessaria

per la formazione degli artisti francesi, mentre gli artisti italiani

trovavano in Francia il mecenatismo della “madre delle arti”.

Oggi l’idea comune è ancora di un rapporto privilegiato.

Il prestigio della relazione franco-italiana all’inizio è frutto delle residenze d’artista e dal reciproco riconoscimento culturale e delle tecniche artistiche.

La loro storia è ricca di questa mutua formazione.

La cooperazione culturale istituzionale franco-italiana è vincente

inelle areei in cui opera. La Francia e l’Italia condividono anche eventi

come la Festa della Musica, le giornate del Patrimonio, la Primavera

della Poesia.

C’è una asimmetria nel campo dell’arte contemporanea.

Da qui l’interesse nel promuovere mostre di artisti francesi in Italia

e di artisti italiani in Francia, obiettivo dell’UMAM, Unione Mediterranea

per l’Arte Moderna, fin dalla sua creazione nel 1946.

Pierre Bonnard e Henri Matisse, padri fondatori dell’UMAM, nel secolo scorso, sono stati tra i principali artisti a determinare, con la loro ricerca artistica, l’evoluzione dell’arte moderna. Hanno naturalmente fatto esporre

i più grandi artisti del loro tempo in Francia, ma soprattutto in Italia.

Fino al 2007 le biennali si sono concentrate sulle opere di giovani artisti locali. Con la presidenza di Simone Dibo-Cohen il territorio di provenienza

idegli artisti si estende a tutto il bacino del Mediterraneo. Egualmente

non è solo la pittura a essere presente ma l’arte visiva nella sua globalità

con sculture, video, istallazioni e soprattutto fotografie.

Dopo il 2007, l’UMAM valorizza soprattutto i fotografi italiani.

L’UMAM è riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione francese.

L’UMAM è felice il gemellaggio con la Triennale della Fotografia Italiana

 

- Simone Dibo-Cohen

 

 

Gemellaggi

Sponsor dell'evento

PERCHÈ

TRIENNALE DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA?

 

L’intento che si propone questa prima edizione della Triennale della Fotografia Italiana è quello non solo di aprire a un vasto pubblico

una rassegna di opere fotografiche di alto livello artistico, culturale

ed espressivo, ma di dar voce e riportare sulle scene italiane

ed internazionali la "Fotografia Italiana" spesso sottostimata anche

nel nostro Paese.

Noi crediamo che i valori culturali intrinsechi di chi è nato su questa penisola conservi nel proprio DNA tutti quei codici espressivi che hanno dato al mondo intero non solo un contributo artistico e culturale

di ineguagliabile bellezza , ma una svolta epocale.

TRIENNALE DELLA FOTOGRAFIA ITALIANA

FONDAZIONE ARTE CONTEMPORANEA

VENEZIA

PALAZZO CA' ZENOBIO

Fondamenta del Soccorso 2596 - Dorsoduro

 

Vernissage 11 novembre ore 16,30

 

12 novembre 9 dicembre 2017

Dalle ore 10 alle ore 18

lunedì chiuso

 

Milano Italy

Copyright @ Triennale della Fotografia Italiana